Curiosità: I dipinti di Simone Charlotte Kaulitz

thanks to  tokio hotel russian fans community

I dipinti della mamma dei gemelli sono stati postati su questo sito:

http://web.archive.org/web/20021004…Seiten/ego.html
 Il blog però è stato chiuso nel 2002.












La galleria d’arte di ogni genere presenta opere artistiche ed esegue lavori su commissione.
Qui trovate un sito del negozio.
Simone Charlotte Kaulitz ha dimostrato interesse e predisposizione per la pittura fin da bambina e ha sviluppato il suo talento da autodidatta.
La tecnica che le piace di più è la pittura ad olio, preferisce dipingere immagini simboliche e ama l’accento espressionista. Il suo repertorio spazia dal paesaggio al ritratto e acquerelli, su ordinazione dipinge ritratti di bambini e adulti, riporta su tela foto di famiglia o ricordi di vacanza.
Nel 1991 ha iniziato con ampie mostre delle sue opere precedenti (pittura) nel gruppo di artisti “Forum Inscenario”, con anche lavori e mostre col professore d’arte Sahabi (3 anni di solida cooperazione e formazione pittorica). Dal 1998 al 1999 ha fatto le scenografie per il teatro della città di Magdeburgo per un progetto di danza per bambini.
L’apertura della galleria “Carpe Diem” è avvenuta il 1 ° Novembre 2000.

Titel: Carpediem
Adresse: Halberstädter Straße 119
39112 Magdeburg
Hotline: 0391 / 662 99 09
E-Mail: chalsten@t-online.de
Webseite: www.carpediem-kunst.de/

Prossimamente: “La Stagione delle Piogge”.

L’Amore non ha tempo.

L’Amore non ha età.

L’Amore tornerà alla fine della Stagione delle Piogge.

 

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.

…….Ma come diavolo faceva a vivere lì suo padre? Lontano dal mondo civilizzato, immerso nei boschi e il primo centro abitato più vicino  che distava almeno 10 Km!

…..”Hugo, Hei Hugo! Hai voglia di giocare?” ;

il pesante labrador se ne stava sdraiato sul tappeto davanti al camino e, al suono della sua voce sollevò appena la testa.

“Dai bello, vieni a giocare”; prese la pallina e gliela mise davanti al muso ma il cane non era affatto interessato.

“Su, forza pigrone! Dai, valla a prendere!” e la lanciò lungo il corridoio.

Il cane la guardò per un attimo poi, allargò le sue gosse fauci in un enorme e rumoroso sbadiglio e lasciò andare di nuovo la testa sul tappeto, tornando a dormire.

Kora lo guardò sbalordita: quel cane era quasi più pigro di suo padre!

….Lentamente lo tirò giù e con sua grande sorpresa, si aprì una piccola scaletta di legno che conduceva ad una stanza al piano superiore,  proprio sotto il tetto.Iniziò a salire quella scala….chissà cosa nascondeva.

….L’angolo di una cornice  spuntava dietro vecchi documenti ingialliti.

La tirò fuori e vedendola un nodo le strinse la gola.

Respirò profondamente e tentò di non piangere ma una lacrima sfuggì al suo controllo.

Era la foto del matrimonio dei suoi genitori.

….Era un album di foto; era stato confezionato a mano e, nonostante fosse passato tanto tempo, era ancora in ottime condizioni.

Immediatamente riconobbe la calligrafia di suo padre:

– Luglio 2009, l’estate più bella della mia vita – 

…. “Papà scusa, io non volevo”.

“Ne riparliamo domani. Sono stanco e troppo arrabbiato”.

“Dimmi solo chi è quella ragazza?”;

“Kora! Non peggiorare la situazione”.

“Il nome. Dimmi solo il suo nome e ti giuro che filo di corsa in camera mia”.

Bill sollevò la testa dall’album.

Espirò lentamente il fumo della sigaretta.

“Elena. Si chiamava Elena”.

….”Papà devi tornare a cercarla! Le hai fatto una promessa”;

“Kora sono passati più di vent’anni! Ti rendi conto che è una cosa impossibile?”;

Il suo sorriso era sempre lo stesso, aveva solo i capelli più corti….

“Elena…”;

“Si? ” lo guardò dritto negli occhi…

“Bill…. sei proprio tu?”

Se vi ho incuriosito almeno un pò, non perdete la mia nuova fanfiction:

“ La Stagione delle Piogge”.

Da giovedì 26 Luglio 2012 su queste pagine.

aquarius