Come acquistare un biglietto per il DSDS live show

by BTK Twins Archive

ATTENZIONE: La vendita dei tickets non inizierà prima di febbraio 2013

Dove si comprano i biglietti?

I biglietti si comprano telefonicamente presso grundy le oppure è possibile acquistare il pacchetto biglietti +hotel sulla homepage della citta di Colonia

Come si comprano?

Si possono ordinare 4 biglietti in una volta sola telefonando al numero:

0049- 221-9955-1444 se chiamate dall’Italia o comunque dall’estero

0221-9955-1444 se chiamate dalla Germania

Il costo della chiamata è 0.14 €/min da rete fissa, max 0,42 €/min per rete mobile (cellulare).

Si può chiamare da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 19:00

Quanto costano i biglietti?

Il costo di un biglietto dovrebbe essere +/-  dai 35 ai 45 euro (il prezzo esatto si conoscerà solo al momento dell’apertura delle vendite) +3 euro di prevendita.

Come Pagare?

Attraverso Bonifico Bancario ( probabilmente, appena si apriranno le vendite, anche attraverso Carta di Credito). Riceverete i biglietti con la data esatta del live show presso il coloneum di Colonia. Per ottenere il biglietto bisognerà mostrare il proprio ID. L’età minima consentita per assistere allo show è 14 anni. I minorenni devono essere necessariamente accompagnati da un genitore

Al momento ancora non si sa se l’acquisto dei biglietti può essere effettuato anche per gli altri Paesi o è limitato alla sola Germania.

Sito dove acquistare i biglietti:  http://www.grundy-le.de/

18 thoughts on “Come acquistare un biglietto per il DSDS live show

    • Mia zia abita proprio a Colonia e tanti anni fa, mi ha portata davanti all’hotel dove alloggiavano. Allora c’era ancora Saki a proteggerli, quell’omone mi incuteva una certa paura: avevo solo 12 anni….che ricordi ragazze! No adesso come adesso proprio non posso muovermi tra patente da fare, test all’università e maturità in vista non è fattibile. Bacio

      • Colgo l’occasione per farti una domanda ma Saki che fine ha fatto?Perchè è da tanto che non vedo la loro storica guardia del corpo che li seguiva dai tempi degli esordi.
        Scusa non ho capito ma fai il liceo e l’università insieme?Sei un prodigio, complimenti!!!Allora buon lavoro!!!!

      • sono alle superiori ma entro marzo devo fare il test al politecnico per accedere alla facoltà di ingegneria gestionale, sarebbe bello essere un genio ma ahimè non è così.

      • cavolo vorrei andare con una di voi ^^ perchè non trovo nessuno con cui andare …

  1. Saki è stato licenziato da Jost e con lui tutta la VSD Hamburg la società che di bodyguard che si occupava dei Tokio. Secondo Jost non erano in grado di eseguire il loro lavoro (senti chi parla) visto che la fama dei Tokio era cresciuta nel giro di pochi anni, quindi ha licenziato tutti tranne Tobi, che è rimasto per un periodo come supervisore del nuovo bodyguard, Mike, quel tizio alto biondo muscoloso (che io ho visto ai Coca Cola Live del 2009) [se non hai capito chi è, è quello che porta la borsa a Bill nell’episodio del compleanno dei gemelli al parco divertimenti del 2009]
    e dal 2010 invece c’è sempre il tizio moro, bodyguard personale dei gemelli

    io adoravo Saki *_*

    io credo che ci andrò a Colonia, sto organizzando!🙂

    • Dai davvero ci vai!!!Oddio che bello!!!Son felice per te poi voglio il tuo racconto!!!Guarderò l’episodio così capisco meglio.Mah, però che brutto!!! Certo la loro fama è cresciuta ma licenziarlo dopo tutti questi anni non mi pare una cosa tanto carina,voglio dire lui li conosceva da quando erano ragazzini li scarrozzava con il pulmino quindi penso che tra di loro ci fosse una grande fiducia,chi meglio di una persona che conosci da anni ti può seguire,peccato.

      • eh ma Jost è un pezzo di m**** se ancora non l’hai ben capito! -.-

        sisi, teniamo le dita incrociate e se tutto va bene ci vado, mi accompagna papà perchè non sono mai salita su un aereo ed ho paura (pure papà non c’è mai salito ma lui è uomo ed è il mio bodyguard personale *_*)
        credo farò la seconda puntata live, ora vediamo!🙂

    • Il motivo dominante del licenziamento è riferito ad un episodio: dopo che la band aveva terminato una signing session, un gruppo di fan li attendeva all’uscita davanti al loro furgoncino. C’era una ragazzina che piangeva disperata e nel giro di pochi secondi si allontanò dalle altre e corse ad abbracciare prima Bill e poi Tom. Saki si era talmente commosso che non aveva avuto la forza di allontanarla. La ragazzina dopo l’abbraccio si è allontanata subito e i ragazzi sono saliti sul furgone. A Tobi, negli Stati Uniti era successa più o meno la stessa cosa per questo motivo Jost ha fatto quella dichiarazione quando ha licenziato la VSD. Saki l’ho rivisto in occasione degli EMA l’anno successivo come addetto alla sicurezza di un altro VIP era solo un pò più grigio e un ò iù ciccione hahahaha. Si mancano anche a me.

      • Ragazze siete stupende perchè mi aprite un ad mondo che io non conoscevo, sinceramente ed ingenuamente casco dalle nuvole perchè Jost è colui che gli ha scoperti li ha seguiti da quando erano ragazzini,diciamo pure bimbi, certo ora le cose sono cambiate i ragazzi si sono fatti uomini e sanno camminare con le loro gambe…purtroppo non sapendo tutti i retro scena l’ho sempre considerato per quel che ha fatto, se mi dite che non è così sono molto dispiaciuta…ma comunque i rapporti con i ragazzi sono sempre li stessi visto che collabora/produce la loro musica.
        Allora chi sa se agli EMA si sono rivisti…povero Saki però son contenta per lui che ha ripreso subito a lavorare😉

  2. stendiamo un velo pietoso sul fatto che Jost produca e collabora perchè se lo fa lui allora pure io che sto studiando per farlo, lo farei meglio:
    1. ha avuto culo perchè Peter Hoffmann l’ha preso sotto la sua ala dopo che la sua band (i Bed&Breakfast) si è sciolta
    2. in interviste del 2009 quando si parlava dell’album Humanoid in uscita dice: stiamo lavorando all’album, [quando ho sempre detto che per lui lavoro è una parola grossa e questo plurare stona parecchio perchè lui apre solo il portafoglio e basta]
    3. quando i Tokio promuovevano in America nel 2008, Jost ha “accusato” il mercato americano dicendo che hanno incassato poco in America con Scream e per questo non si esibiranno più. [quando i Tokio su questo non si sono mai lamentati]
    Non si è fatto due calcoli che in media un biglietto del concerto costa sui 10/20$ [sui 15€] al massimo quando in Europa stavamo sui 35/40€ e i luoghi dove hanno performato i Tokio erano dei club come lo sono l’Alcatraz di Milano? E le entrate non potevano essere così tante quanto in Europa?

    Ricordo giusto un’altra piccola chicca, il caro Jost all’afterparty dei Comet 2008 alla domanda di una fan: perchè nelle date del tour [1000 Hotels] c’è solo Dortmund come città tedesca?
    la risposta di Jost fu: beh avete le date in Francia!
    mi spieghi che diavolo di risposta è?!?!?!

    Non proclamiamolo santo perciò perchè mi ha buttato Bill su un palco ai Bamboozle del 3 maggio 2008 nel New Jersey fresco di operazione perchè voleva prendersi i soldi!
    E non è stato lui a scoprirli ma Peter Hoffmann, quando Bill partecipò a Star Search, perchè era uno dei produttori del programma; e prima di arrivare alla Universal erano in trattative con la Sony, ma quest’ultima era in un periodo di fusione con la BMG e non voleva prendersi l’impegno di far lanciare una band emergente in quel frangente quindi il direttore della Universal Tom Bohne li mise sotto contratto.

    • Ecco il punto dolente per me è sentire che Bill ha cantato dopo l’operazione… questo non mi va bene a parer mio doveva stare a riposo per qualche mese, giocare sulla pelle di un ragazzo, come era all’ora, è una cosa umanamente inconcepibile.Comunque ci sono in giro alcuni produttori un pò sfuttatori,quando hanno la classica “gallina dalle uova d’oro” loro fanno poco o niente però sono bravi a sfuttare chi è sotto di loro.
      Comunque grazie per tutte queste notizie e il tempo che mi dedichi nel raccontarmele sei un tesoro!!!

      • figurati, nessun problema!🙂
        già ce ne sono parecchi di produttori poco professionali, anche lo storico manager di Brit, Larry Rudolph, che è stato con lei sin dall’inizio, quando ha avuto il periodo buio lui l’ha mollato ed infatti BLACKOUT è l’unico album interamente prodotto da Brit, infatti c’è scritto: executive producer: britney spears sotto la tracklist dell’album; lei ha pagato tutti coloro che hanno scritto le canzoni, i featuring ecc… era proprio sola nel vero senso della parola in quel momento ed ha fatto un album spettacolare, entrato nel 2012 nella Hall Of Fame.
        poi Larry si è pentito ed è ritornato nel suo team dal 2008.
        quando in FOR THE RECORD parla del comeback ai VMA 2008 (dove Brit ha vinto 3 awards) Brit dice: non mi piace parlare di comeback, io sono sempre stata qui! e c’ha ragione!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...